ŠTEFAN KISS

Obsah

La mia oferta:

HOMEPAGE

su di me e di mia famiglia

della musica

del computer

Le storie interessanti della mia vita

Le altre lingue:

SLOVAK

ENGLISH

GERMAN

O dnešnom dni

Oggi é venerdí, 18. agosto 2017 16:27

L'onomastico ha:
in Slovacchia - Elena Helena
in Ceco - Helena
in Finlandia - Leevi
in Francia - Hélčne Laétitia
in Ungheria - Ilona
in Germania - Reinald Helena Claudia
in Polonia - Ilony Klary
in Spagna - Elena
in Svezia - Helena Lena
in Italia - Elena

Myšlienka dňa

Tento blok zatiaľ nič neobsahuje.

Posledné články z rubriky

Zamyslenia
·   Čoho je viac[ 1247 čitateľov ]
·   Kedy budú Vianoce[ 1254 čitateľov ]
·   Obraz Boha[ 1185 čitateľov ]

Najbližšie audiovysielanie

Nie je naplánované

Možnosti

· Úvodná stránka
· audio
· Kniha návštev
· Kontakt
· Napíšte mi
· Odporučte môj web
· RSS

Kto je práve tu?

Momentálne je 10 návštevníkov online

Vyhľadávanie



Pokročilé vyhľadávanie

QUALCOSA SU DI ME E DI MIA FAMIGLIA

Foto 1

Sono nato il 16 febbraio 1977 a Nove Zamky (una citta piccola del sud della Slovacchia) ai miei genitori, Stefano e Judita Kiss. Ho una sorella, Erica, 7 anni piú grande di me che lavora da infermiera. E´ sposata e ha 2 figli. Tutti siamo di nazionalitá slovacca e di religione evangelica. La nostra vita era sempre tranquilla ed armonica.

Nel 1983 ho iniziato a frequentare la scuola elementare, ma solo per 4 anni. Dopo ho continuato negli studi a casa, perché il 1° marzo ho avuto un infortunio, che mi ha fatto perdere la vista. All´epoca esisteva in Slovacchia soltanto una scuola speciale per ciechi ed era situata nella cittá di Levoca, distante dalla mia di 300 km.
I miei avevano deciso che fosse piú ragionevole farmi rimanere a casa, in quanto a Levoca non avrei avuto cosí tante possibilitá di sviluppare i miei interessi come avevo a casa. E quindi sono rimasto a casa e a scuola speciale venivo una volta al mese. Mi ci hanno insegnato a leggere e a scrivere la scrittura Braille. A casa ho continuato a frequentare la mia scuola, ma non credete che ci andavo ogni giorno. Per i miei insegnanti era una novitá avere in classe uno studente cieco e non sapevano come adeguare e gestire le lezioni per far capire le materie sia a me che agli altri alunni. E cosí si era deciso di farmi studiare a casa con un insegnate privato. A scuola venivo solo per ascoltare le lezioni di slovacco e di matematica due volte a settimana e questa vita ho condotto pe 4 anni. La scuola media inferiore ho finito nel 1991 e nel settembre ho iniziato a studiare al liceo classico di Nove Zamky.
I miei nuovi insegnanti non avevano alcune difficoltá con la mia presenza alle lezioni e mi erano d´aiuto in tutti i sensi. A scuola venivo ogni giorno e partecipavo a tutte le parti delle lezioni come i miei compagni. Ho passato con loro molto tempo, in quanto io ero sempre nella classe e siamo diventati buoni amici. Anche per loro era una cosa nuova ma pian piano hanno scoperto che con un cieco si puó parlare, ridere e divertire come con gli altri. Quando avevo bisogno, erano sempre disponibili ad aiutarmi, mi leggevano i libri o venivano a prendermi a casa. Penso che gli anni del liceo erano molto belli e non solo per me, ma anche per i miei compagni, che ora non hanno difficoltá di lavorare con i ciechi. I miei studi si sono conclusi il 30 maggio 1995 con il diploma di maturitá ed il 1° settembre ho iniziato a studiare la teologia evengelica presso la Facoltá di teologica a Bratislava.
Qui ho studiato per 5 anni. Abitavo nella casa dello studente ed era la prima volta che ero da solo fuori casa. Ho dovuto imparare a muovermi per la citta da solo, usare i tram o bus, comprarmi per cucinare. Ho avuto buoni amici ma comunque volevo essere indipendente. Mi sono laureato il 22 giugno del 2000 ed il 29 luglio sono stato ordinato parrocco evangelico.
Per quattro anni lavoravo a Krupina, una cittá piccola del centro della Slovacchia e dal 1994 lavoro presso l´Ufficio Episcopale generale della Chiesa Evangelica.

La fede é per me una cosa fondamentale. Da bambino andavo in chiesa con i genitori ed ascoltavo appassionato i racconti della Bibbia. Ho imparato di Dio tutto quello che potevo. La mia fede mi ha aiutato molto anche quando avevo perso la vista. Non ero triste e neanche disperato, perché sapevo che Dio sta con me e anche senza la vista potró avere una vita che desideravo. La mia decisione di diventare parrocco evangelico é nata quando avevo 9 anni. Dopo l´infortunio continuavo a frequentare la chiesa e la domenica del 21 maggio 1989 ho avuto la Confermazione. Nel settembre 1989 abbiamo fondato il nostro club di giovani e ci riunivamo ogni venerdí. Qui ho incontrato le mie migliori amiche, Silvia e Beatrice. Ogni settimana mi venivano a trovare a casa, passavamo lunghe ore a parlare e uscivamo insieme. C´erano dei momenti stupendi e preziosi, perché dal mio infortunio rimanevo sempre a casa e avevo solo i genitori, che qualche volta uscivano con me. Ma io ero giovane e volevo stare ed uscire con i giovani. Per fortuna avevo conosciuto Silvia e Beatrice, che mi hanno reso possible vivere come gli altri ragazzi della mia etá.
Continuando a frequentare la chiesa ed il 1° gennaio 1990 sono diventato l´organista ufficiale. Suonavo tutte le domeniche, ascoltando le prediche e la Parola di Dio, ma ero dispiaciuto per non aver la possibilitá di leggere la Bibbia da solo a casa. Per cui, quando ho avuto il mio primo computer, speciale per ciechi di nome Eureca, mi sono impegnato a trascrivere tutta la Bibbia sul computer e da allora potevano leggerla tutti quelli che possedevano un computer Eureca. La fede mi ha aiuto nella vita in innumerevoli situazioni, alcune potete trovare su questo sito.

La seconda delle cose importanti della mia vita é la musica. Di piú potete leggere qui.

Foto 2

L´altra delle cose fondamentali per me é la famiglia. Sono cresciuto in una famiglia armonica e tranquilla e non volevo altro che avere una vita famigliare armonica anche nel futuro. Mi sono sposato il 10 luglio 1999 con Silvia, la mia amica del nostro club dei giovani. Lei si era appena laureata nelle Scenze naturali presso l´Universitá degli Studi di Nitra, cittá che dista 40 km da Nove Zamky e giá da un anno lavorava come insegnante di chimica e di biologia presso la scuola media superiore di Dubník, che dista da Nove Zamky di 15 km. A me mancava ancora un anno per finire gli studi universitari e durante questo periodo abitavamo a Nove Zamky dai nostri genitori, periodicamente una volta dai suoi, una volta dai miei. Un anno dopo, l´11 settembre 2000, é nata la nostra figlia Radka e ci siamo trasferiti a Krupina, dove ero mandato per motivi di lavoro. Dopo un´anno e mezzo, il 15 marzo 2002 é nato il nostro figlio Rastik. Dopo quattro anni di vita a Krupina, ho ricevuto un´offerta di lavoro, presso l´Ufficio Episcopale generale della Chiesa Evangelica con la sede a Bratislava. L´ho accettata e questo comportava l´abbandono di Krupina e la ricerca di una nuova abitazione. Dato che le case costano molto a Bratislava e noi eravamo senza soldi, siamo ritornati a Nove Zamky, dove abbiamo comprato n´appartamento. La nostra cittá dista 100 km da Bratislava, ma ci sono molti treni che partono da Budapest per Berlino attraversando la nostra cittá ed il viaggio dura 50 minuti.

Attualmente i nostri figli frequentano la scuola elementare. Mia moglie mi sta aiutando nel lavoro e mi accompagna in tutte le missioni. I nostri genitori abitano vicino a noi e quando dobbiamo partire, si prendono cura dei nostri figli.

La nostra vita si svolge precisamente cosi come ho sempre desiderato e credo che sia cosí solo con l´aiuto di Dio.

Foto 3

Foto

ŠTEFAN KISS
Všetky texty, príbehy, zamyslenia, kázne, práce, preklady či programy, publikované na tejto stránke sú mojim duševným vlastníctvom, preto ich ďalšie šírenie alebo publikovanie je možné len s uvedením môjho mena ako autora alebo tohto webu ako zdroja!!!
Ste návštevníkom číslo
Powered by Copyright © UNITED-NUKE CMS. Všetky práva vyhradené.
Čas potrebný k spracovaniu stránky 0.07 sekúnd